Un portale verticale, è un sito web realizzato per offrie contenuti, servizi e strumenti dedicati a un tema unico (cibo, sport, cinema, informatica, vacanze). Per capirci, la new economy ha portato allo sviluppo per scopi pubblicitari, di tanti portali generalisti (portali orizzontali), che sono l'esatto contrario e che gli stessi portali verticali hanno messo in crisi. Quando dico mono tematico, intendo anche indirizzati a particolari segmenti sociali (affinity portal) e questo significa molto interessanti dal punto di vista commerciale, perchè rivolti a un target fortemente caratterizzata, con stili di vita e consumi assimilabili e quindi molto appetibili per scopi pubblicitari. Un portale web è qualcosa di più ampio di un sito web, ovvero una sorta di punto d'accesso ad altre risorse, contenuti, servizi e informazioni legate a un argomento specifico. 

Pensare verticale. Gli elementi che contraddistinguono la progettazione di un business model del portale web verticale sono: 

  • Community
  • Collaboration
  • Interactivity



Pensare verticale significa pensare ad una online community, quindi che siano studenti, sviluppatori, pescatori o velisti, l'obbiettivo deve essere quello di costruire un servizio che attiri e sia utile a persone omologhe che possono interagire sul web. Attenzione a non confondersi e farsi sopraffare dalla tendenza "centripeta". Il portale verticale si sviluppa attorno, per e con una community. Quindi prima cosa focalizzarsi su chi vogliamo intercettare.


Mettersi in verticale. Ricapitolando, un portale verticale offre:
- Contenuti;
- Servizi per la community;
- Eventualmente un e-commerce

Dagli skills si capisce che i  ricavi provengono da:
- Pubblicità; 
E-commerce;
- Fees di iscrizione ai servizi;
- Iniziative di co-branding e co-marketing;

vortal (vertical portal, odio questa contrazione) turistici sono il business online a cui tutti aspirano, che siano agglomerati di hotel, ristoranti, eventi, territori, cibi. Ma dopo la realizzazione del portale web tanto sognato, è molto importante saperlo promuovere per catturare l’attenzione del navigatore, riuscire a farlo accedere al sito e convertirlo in cliente/utente. E qua entra in gioco la pianificazione di un buon piano di web marketing a lungo termine, perchè le community non si fanno in un giorno.